Assicurazioni mutuo casa, obbligatorie e facoltative

Condividi su: Facebook Twitter

Qual è l’assicurazione obbligatoria sul mutuo casa? E’ bene fare un po’ di chiarezza e distinguere questa forma di protezione dalle altre, distinguendo quella prescritta per legge.

Con l’assicurazione mutuo casa, si fa riferimento ad una specifica tipologia di polizza che al momento della stipula di un mutuo viene chiesto di sottoscrivere, naturalmente con dei costi aggiuntivi.

Tale scelta non è di fatto obbligatoria ma è evidente che, volendosi tutelare nel caso di imprevisti di vita legati, ad esempio, alla perdita del proprio lavoro, ad un’invalidità, ad una malattia o ad altre situazioni che potrebbero portare a trovarsi in una condizione di difficoltà a restituire la cifra finanziata dall’istituto bancario, la sottoscrizione di un’assicurazione di questo tipo garantisce una certa tranquillità nel portare avanti una decisione economica di un certo rilievo, quale è appunto l’acquisto di un’abitazione.

A differenza di quest’ultima, però, la polizza mutuo casa per la tutela dell’immobile è invece obbligatoria per legge e può essere saldata dall’acquirente versando la somma con una rateizzazione o attraverso un unico pagamento.

In questo secondo caso parliamo di un contratto che viene stipulato sempre tra il cliente titolare del mutuo e l’istituto bancario (o in alternativa  da una compagnia assicurativa) ma che fornisce una copertura nel caso di danni arrecati alla casa. Nello specifico, è obbligatorio sottoscriverlo per i rischi di incendio e scoppio.

L’assicurazione mutuo casa, dunque, ha come obiettivo finale quello di fornire una protezione sia alla banca che eroga il finanziamento che al sottoscrivente.

Nel contratto compariranno il “contraente” della polizza ed il beneficiario (ovvero chi beneficerebbe della cifra assicurata nel caso di un evento avverso).

Sappiamo che sul mercato sono presenti numerose differenti possibilità di assicurazione mutuo casa, sulla base di diverse ipotetiche calamità, comprese quelle naturali o sismi in alcune specifiche tipologie di territori.

Il profilo personalizzato verrà perciò creato basandosi sia sulle garanzie rispetto al prezzo totale dell’immobile, che sulle garanzie personali e finanziarie di chi richiede il mutuo, con costi stabiliti dall’istituto bancario stesso.

Come anticipato, esistono anche le assicurazioni di tipo facoltativo da associare alle obbligatorie: normalmente si tratta di soluzioni più onerose e spesso richieste dalla banca stessa per tutelarsi nei casi di maggior necessità, quali le condizioni in cui i sottoscriventi siano soggetti grandi di età o con un lavoro precario. In questi ultimi due casi verranno proposte, rispettivamente, una polizza vita ed un’assicurazione rischio-impiego.

Nel caso della perdita del lavoro, infatti, avendo stipulato questo genere di polizza, vi sarà una compensazione della retribuzione mensile per 6-12 mesi.

Se, dunque, si intende sottoscrivere un mutuo per l’acquisto della prima casa, sarà bene ricordare che l’assicurazione contro incendio e scoppio è sempre obbligatoria e tutela nei casi, per l’appunto, di incendi, o anche di esplosioni provocate da fulmini, perdite di gas o corto circuiti.

In aggiunta possono essere associate, su richiesta, coperture di altro tipo (ad esempio per le spese di demolizioni o ricostruzioni o di alloggio in altro luogo come un albergo o un residence).

Nei casi menzionati, di norma i costi non sono molto alti perché sono direttamente proporzionali alla possibilità che ali eventi si verifichino. Nel caso delle polizze incendio e scoppio obbligatorie, comunque, esiste la tipologia che copre parte o tutto il valore dell’immobile (stabilito nel momento in cui il mutuo si sottoscrive) e quella “a primo rischio”, che diversamente non fornisce tale risarcimento ma solo quello relativo alle spese sostenute per intervenire in caso di danno.

E’ bene ricordare che esiste un decreto, in vigore dal 2012, in base al quale l’istituto bancario erogatore del finanziamento non può in alcun modo obbligare il soggetto richiedente a sottoscrivere una polizza vita per poter ottenere il mutuo e deve sempre sottoporgli, comunque, almeno due diversi preventivi di due diverse entità assicuratrici. Il cliente, d’altra parte, ha la libertà di scegliere una polizza vita anche semplicemente tra quelle offerte dal mercato.