Educazione finanziaria

Condividi su: Facebook Twitter

Educazione finanziaria: definizione

Secondo l’OCSE l’educazione finanziaria può essere definita come “il processo attraverso il quale i risparmiatori/investitori migliorano la propria comprensione dei concetti, dei prodotti e dei rischi finanziari e, attraverso l’informazione, l’istruzione e/o il consiglio obiettivo, sviluppano competenze e fiducia per divenire più consapevoli dei rischi finanziari e delle opportunità, per prendere scelte consapevoli, per conoscere a chi rivolgersi per chiedere aiuto e per intraprendere le altre azioni efficaci per migliorare il proprio benessere finanziario”

 

Educazione finanziaria: perché è diventata così importante

La deregolamentazione, il progresso tecnologico, l’innovazione finanziaria hanno influito rendendo più ampie e sofisticate la gamma di prodotti e strumenti messi a disposizione da Banche e intermediari, così come le possibili combinazioni di rischio e rendimento. Da lato della domanda, l’invecchiamento demografico e le connesse riforme dei sistemi pensionistici e sanitari hanno reso ancora più determinanti le decisioni individuali nel campo previdenziale e in quello assicurativo. Di conseguenza, sono aumentate la complessità e la numerosità delle scelte finanziarie che gli individui devono fronteggiare, i cui effetti possono incidere sul tenore di vita degli stessi e delle loro famiglie. Ricchezza e indebitamento di individui e famiglie sono due facce della stessa medaglia e vanno inseriti nel contesto dell’attuale fase economica e sociale.

L’educazione finanziaria, tramite cultura finanziaria, conoscenze teoriche e strumenti può condurre a scelte migliori, più sostenibili, sia a livello individuale che collettivo.

Video correlati