Condividi su: Facebook Twitter

Il Banco dei Medici fu la più grande e famosa Banca d’Europa nel corso del XV secolo.
La famiglia Medici è stata per un certo periodo una delle famiglie più ricche del mondo… più ricchi addirittura dei Tudor.
Con questa ricchezza, acquisirono un enorme potere politico prima a Firenze e successivamente in Italia ed in Europa.
I Medici diedero un contributo notevole allo sviluppo della contabilità con il miglioramento del libro mastro attraverso l’inserimento del sistema della partita doppia che rendeva più evidenti crediti e debiti.
Giovanni di Bicci de Medici fu il primo Medici a costituire una sua banca, e mentre divenne influente nel governo fiorentino, soltanto suo figlio Cosimo de’ Medici, fu capo non ufficiale della Repubblica fiorentina.

Intervento di:

Paolo Mieli

Giornalista e storico, negli anni Settanta allievo di Renzo De Felice e Rosario Romeo, è stato giornalista all’“Espresso”, poi a “Repubblica” e alla “Stampa”, di cui è stato anche direttore. Dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009 ha diretto il “Corriere della Sera”. Tra i suoi libri per Rizzoli, Le storie, la storia (1999), Storia e politica (2001), La goccia cinese (2002) e I conti con la storia (2013), vincitore del premio Città delle rose e del premio Pavese.