Condividi su: Facebook Twitter

Nato nel 1854. Diplomatosi a Ca’ Foscari in economia, è funzionario statistico del ministero dell’Agricoltura e in seguito dirigente del ministero delle Finanze. Si occupa in particolare di politica doganale. Direttore generale del Tesoro dal 1893 al 1898, è poi nominato consigliere di Stato; viene eletto deputato nel 1900 e nominato sottosegretario al Tesoro.

Diventa Direttore Generale della Banca d’Italia nel novembre dello stesso anno. Socio nazionale dell’Accademia dei Lincei dal 1901. Lascia la Banca temporaneamente per guidare il ministero del Tesoro dal gennaio al giugno del 1919. È nominato Governatore della Banca d’Italia quando la carica viene istituita, nel 1928.