Condividi su: Facebook Twitter
Glossario:

Forex

È la compra-vendita di valute (Vedi “Forex: il trading sulle valute”)

Spread

In generale, significa "distanza tra", cioè differenza o forbice, e quindi in borsa ha sempre indicato la differenza in termini percentuali tra la domanda e l'offerta. Negli ultimi anni si è parlato molto di credit spread, e cioè del differenziale tra il tasso di rendimento di un titolo caratterizzato dal rischio di default e quello di uno privo di rischio. Dunque, un metro di confronto tra la rischiosità di due titoli sovrani. (Vedi “Cosa è lo spread?” e “Spread: metro di confronto della rischiosità dei titoli”)

Trading

L'attività attraverso la quale si vendono e si comprano azioni sui mercati finanziari di tutto il mondo o anche altri strumenti finanziari come obbligazioni e derivati con l'obiettivo di generare guadagn (Vedi “Cosa è il Trading”).

Denaro-lettera

È forte il legame tra il gergo del trading di oggi e la storia della borsa, parola che a sua volta deriva da “Della Borsa”, il cognome della famiglia veneta che nel XV secolo a Bruges era conosciuta come Van Der Burse e gestiva uno dei primi e principali mercati d’Europa.

All’epoca chi comprava le azioni doveva presentarsi con il sacchetto pieno di denaro, mentre chi vendeva scriveva una lettera con la quale trasferiva il suo possesso di azioni ad altri. Da qui il fatto che ancora oggi gli scambi in borsa non vengono definiti, appunto, acquisti e cessioni, ma si parla di denaro-lettera.

Il gergo del trading è anglofono e gestuale

Centrale nei mercati finanziari è poi la derivazione anglofona, e quindi abbiamo molti termini gergali in inglese. Pensiamo a short e long che si riferiscono a quando si punta sul rialzo o sul ribasso.

Si ha infine bisogno soprattutto di termini brevi e che in abbinamento ai gesti diano indicazioni immediate per venire incontro a un ambiente spesso “urlato” e sovraffollato. “Di sicuro chi non conosce il gergo della borsa resta tagliato fuori”.

 

La Trading room
Biocchi, trader italiano fra i più apprezzati e riconosciuti anche all’estero, ci introduce così in un viaggio volto ad arricchire la nostra conoscenza del gergo del trading e delle diverse tecniche e operatività dei mercati finanziari. Nella Trading room viene così approfondito il significato di parole come spread e derivati. E poi termini che in molti sentiranno per la prima volta, dai forex ai blue chips, con un occhio al ruolo sempre più importante del trading online. Il tutto rispondendo direttamente alle vostre domande.

Intervento di:

Davide Biocchi

Trader e formatore presso Directa sim

Davide Biocchi, classe 1966, ex- albergatore e ora trader a tempo pieno. Le prime esperienze di Borsa si svolgono tramite il borsino della banca; poi, da febbraio 1999, con l’avvento del trading on line, la Borsa diventa parte integrante della sua vita.