Condividi su: Facebook Twitter
Glossario:

Contratti derivati

Uno strumento derivato è un contratto o un titolo il cui prezzo si basa sul valore di mercato di un altro strumento finanziario, che viene definito sottostante. Quest'ultimo può essere riferito, per fare degli esempi, ad azioni, valute, tassi d'interesse o indici finanziari (Vedi “Contratti derivati: conoscerli per non temerli”).

Definire le attività finanziarie

Le attività finanziarie esprimono un contratto stipulato tra le parti e aventi per oggetto lo scambio di moneta nel tempo. In base alla natura contrattuale e alla natura economica dello scambio si possono distinguere quattro principali categorie:

I contratti di indebitamento

Sono costituiti da un impegno da parte del prenditore di fondi nei confronti del creditore a restituire alla scadenza del contratto tanto il capitale ricevuto in prestito quanto l’interesse riconosciuto per la disponibilità del capitale stesso.

Contratti di partecipazione

Sono rappresentativi di diritti collegati al conferimento di capitale sociale di imprese costituite in forma societaria.

Contratti di assicurazione

Sono finalizzati a coprire i rischi che gravano sulle persone o sui loro patrimoni e sono connessi al verificarsi di un dato evento futuro o incerto.

Contratti derivati

Sono attività finanziarie il cui valore dipende da quello di un’altra attività sottostante, su cui viene esercitato un impegno o una facoltà di acquisto a una data futura (Vedi “Contratti derivati: conoscerli per non temerli”).