Condividi su: Facebook Twitter
Glossario:

Banca d’Italia

E' la banca centrale della Repubblica italiana. Persegue finalità d’interesse generale nel settore monetario e finanziario: il mantenimento della stabilità dei prezzi, obiettivo principale dell’Eurosistema in conformità al Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea.E’ l’autorità nazionale competente nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico sulle banche ed è autorità nazionale di risoluzione nell’ambito del Meccanismo di risoluzione unico delle banche e delle società di intermediazione mobiliare.

Banco Ambrosiano

E' stata una delle principali banche private cattoliche italiane. È fallita nel 1982 a seguito di quello che finora è stato il più grave dissesto finanziario di una banca italiana, stimato in 1,2-1,3 miliardi di dollari[1] e avvenuto sotto la presidenza di Roberto Calvi, soprannominato Il banchiere di Dio.

Giovedì Nero

Il 24 ottobre del 1929, ribattezzato il "giovedì nero", quando il New York Stock Exchange, la borsa di Wall Street, sprofondò dando inizio al grande crash della borsa valori del martedì successivo

Continua la fortunata collaborazione di Orizzonti Tv con la Banca d’Italia nella serie “Economia e finanza. Non è mai troppo tardi”un programma curato dallo storico e saggista Paolo Mieli, che conversando con gli esperti aiuta i cittadini interessati a sviluppare le loro conoscenze in campo economico e finanziario e coloro che, come risparmiatori e fruitori di servizi bancari, vogliono coltivare la propria cultura finanziaria. Una nuova collana video di tre puntate che coinvolge il Governatore della Banca D’Italia Ignazio Visco, Fabio Panetta e Federico Signorini, entrambi membri del direttorio e Vice direttori generali della banca d’Italia. Gli esperti insieme a Paolo Mieli affrontano temi come Politica Monetaria, Innovazione e Crisi bancarie.

Come di consueto lo storico e saggista Paolo Mieli nella parte introduttiva ripercorrerà la storia delle crisi bancarie. Dallo scandalo della Banca Romana del 1892, al giovedì nero del 1929 col crollo di Wall Street. Per poi tornare in Italia col Banco Ambrosiano e Michele Sindona nel 1977, fino ad arrivare alla più recente crisi mondiale: il crack della Lehman Brothers, il 15 settembre 2008. Nell’intervista a Federico Signorini, vice direttore della Banca d’Italia scopriremo com’è cambiato il modo di gestire le crisi bancarie nel corso degli ultimi decenni e quanto la fiducia sia un elemento così importante per il sistema bancario, tanto che nel film Mary Poppins fin da bambini, abbiamo visto come un mancato versamento di due penny, possa scatenare una crisi di sfiducia nei clienti di una banca.

Intervento di:

Paolo Mieli

Giornalista e storico, negli anni Settanta allievo di Renzo De Felice e Rosario Romeo, è stato giornalista all’“Espresso”, poi a “Repubblica” e alla “Stampa”, di cui è stato anche direttore. Dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009 ha diretto il “Corriere della Sera”. Tra i suoi libri per Rizzoli, Le storie, la storia (1999), Storia e politica (2001), La goccia cinese (2002) e I conti con la storia (2013), vincitore del premio Città delle rose e del premio Pavese.