Condividi su: Facebook Twitter

Paolo Canova e Diego Rizzuto verificano per la strade d’Italia la capacità delle persone comuni di calcolare a mente semplici percentuali. Importanti studi dimostrano infatti la correlazione fra quella che nel contesto anglosassone viene definita “numeracy” (‘far di conto’) e il livello di educazione finanziaria di un individuo. Se non siamo in grado di eseguire a mente semplici operazioni matematiche, veniamo definiti “analfabeti finanziari”.

Gli studi su “numeracy” ed educazione finanziaria da parte di Annamaria Lusardi

Nel 2014 Annamaria Lusardi – uno dei massimi esperti al mondo di educazione finanziaria – Ha misurato il livello di alfabetizzazione finanziaria in 144 nazioni. L’Italia si è classificata al 63° posto. In un’indagine che voleva misurare il livello di alfabetizzazione finanziaria, metà dei quesiti erano semplici operazioni matematiche.

Educazione finanziaria: la risposta della gente ai nostri quesiti sulle percentuali

Siamo andati con Paolo Canova e Diego Rizzuto per le vie di Torino per porre semplici quesiti di matematica finanziaria – semplici percentuali – alle persone comuni. Come se la cavano i nostri amici di Torino con la matematica? Calcolare a mente l’1% di 300 metterà a dura prova i malcapitati passanti?

Intervento di:

Taxi 1729

Ci chiamiamo Paolo Canova, Diego Rizzuto e Sara Zaccone, e attraverso la nostra società, TAXI1729, ci occupiamo di formazione e comunicazione scientifica. Questo vuol dire che ci piacciono i numeri, le conoscenze che regalano e quelle che esigono, ma soprattutto lo spirito di avventura e di pura bellezza che spesso sanno racchiudere.