Condividi su: Facebook Twitter

Nato a Napoli il 21 novembre 1949 si diploma al Liceo Torquato Tasso di Roma.
Laurea in Economia e Commercio all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (1971), Master of Arts (1974) e Ph.D. (1981) in Economics alla University of Pennsylvania (Philadelphia, USA).
Assunto in Banca d’Italia nel 1972, è nominato Capo del Servizio Studi nel 1990. Dal 1997 al 2002 è Chief Economist e Direttore dell’Economics Department dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE). Rientrato in Banca, è nominato nel 2004 Direttore centrale per le Attività estere e, nel marzo 2006, Direttore centrale per la Ricerca economica.
Nel 2007 entra nel Direttorio della Banca d’Italia ove ricopre fino all’ottobre 2011 la carica di Vice Direttore Generale. Nominato Governatore della Banca d’Italia dal 1° novembre 2011 e confermato nella nomina dal 1° novembre 2017 .
E’ Autore di numerose pubblicazioni, tra cui “Perché i tempi stanno cambiando” Il Mulino, 2015; Anni difficili. Dalla crisi finanziaria alle nuove sfide per l’economia, Il Mulino, 2018.

Intervento di:

Paolo Mieli

Giornalista e storico, negli anni Settanta allievo di Renzo De Felice e Rosario Romeo, è stato giornalista all’“Espresso”, poi a “Repubblica” e alla “Stampa”, di cui è stato anche direttore. Dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009 ha diretto il “Corriere della Sera”. Tra i suoi libri per Rizzoli, Le storie, la storia (1999), Storia e politica (2001), La goccia cinese (2002) e I conti con la storia (2013), vincitore del premio Città delle rose e del premio Pavese.