Condividi su: Facebook Twitter

L’inclusione finanziaria costituisce un tassello fondamentale rispetto al processo di integrazione di un migrante. Ce lo dice il CESPI che gestisce l’osservatorio sull’inclusione finanziaria dei migranti, progetto sostenuto dal Ministro degli Interni e l’Associazione Bancaria Italiana. Sulla base di queste premesse con Daniele Frigeri, Direttore del Cespi,  indaghiamo la relazione che sussiste fra inclusione finanziaria e cittadinanza economica.

Uno strumento finanziario intercetta qualsiasi passaggio della vita di una persona. E’ soprattutto così per i migranti che con l’inclusione finanziaria e con il processo di bancarizzazione ambiscono a diventare soggetti economici, acquisendo di fatto cittadinanza economica.

CESPI

“In un ambito come quello italiano, in un sistema economico altamente finanziarizzato, l’inclusione finanziaria diventa un elemento chiave anche nel processo di integrazione del migrante nel mercato del lavoro, aumentandone la mobilità e riducendone la vulnerabilità” è quanto sostiene Daniele Frigeri, Direttore del CESPI.