Condividi su: Facebook Twitter
Glossario:

Contratti derivati

Uno strumento derivato è un contratto o un titolo il cui prezzo si basa sul valore di mercato di un altro strumento finanziario, che viene definito sottostante. Quest'ultimo può essere riferito, per fare degli esempi, ad azioni, valute, tassi d'interesse o indici finanziari (Vedi “Contratti derivati: conoscerli per non temerli”).

Spread

In generale, significa "distanza tra", cioè differenza o forbice, e quindi in borsa ha sempre indicato la differenza in termini percentuali tra la domanda e l'offerta. Negli ultimi anni si è parlato molto di credit spread, e cioè del differenziale tra il tasso di rendimento di un titolo caratterizzato dal rischio di default e quello di uno privo di rischio. Dunque, un metro di confronto tra la rischiosità di due titoli sovrani. (Vedi “Cosa è lo spread?” e “Spread: metro di confronto della rischiosità dei titoli”)

Tra trading, forex, spread e derivati

“Come tutte le attività caratterizzate da un numero di operatori ristretto – spiega Biocchi – la borsa ha le sue parole specifiche e i suoi significati particolari che cercherò di raccontare nel modo più semplice possibile”. Dopo aver delineato le basi del trading, approfondiremo così il significato di parole come spread, che per un lungo (e non particolarmente felice) periodo della nostra storia recente ha accompagnato il discorso politico su tutti i media lasciandoci però spesso spiazzati di fronte a un linguaggio tutt’altro che familiare.

Sulla stessa falsariga, i derivati, spesso additati tra i principali responsabili della crisi delle economie avanzate e che occorre conoscere per evitare i più incontrollati e ingiustificati timori. E poi termini che in molti sentiranno per la prima volta, dai forex ai blue chips, con un occhio al ruolo sempre più importante del trading online. Non ci resta che augurarvi buon viaggio.

Intervento di:

Davide Biocchi

Trader e formatore presso Directa sim

Davide Biocchi, classe 1966, ex- albergatore e ora trader a tempo pieno. Le prime esperienze di Borsa si svolgono tramite il borsino della banca; poi, da febbraio 1999, con l’avvento del trading on line, la Borsa diventa parte integrante della sua vita.