Educazione finanziaria, un progetto di Orizzonti TV

Affrontiamo tematiche economico-finanziarie con un linguaggio semplice (educazione finanziaria), ma capace di fornire con chiarezza tutte le informazioni necessarie per riflettere e decidere in merito alla propria finanza quotidiana. Non solo, uno strumento per capire l’economia, il suo gergo, il flusso pressoché ininterrotto di informazioni che contraddistinguono la cronaca economica e finanziaria.

L’esclusione dai circuiti finanziari ufficiali riguarda globalmente oltre 2 miliardi di persone adulte in età lavorativa. E’ un problema complesso e multiforme, che affligge quote di popolazione la cui rilevanza risulta inversamente proporzionale al grado di sviluppo dei singoli Paesi nel mondo. Secondo l’OCSE , vari sono i fattori alla base del fenomeno, tra i quali, i vincoli regolamentari, lo scarso livello di protezione del consumatore, la limitatezza dei mercati di offerta, le barriere geografiche e infrastrutturali, la vulnerabilità finanziaria individuale e, non ultimo, il grado di educazione finanziaria.

Uno studio internazionale su 301 istituzioni finanziarie, investitori e organizzazioni di supporto (Gardeva and Ryne, 2011) ha confermato che proprio bassi livelli di alfabetizzazione finanziaria costituiscono la principale barriera all’inclusione finanziaria, e dunque sociale.

Recentemente, i risultati delle indagini svolte sulle competenze dei ragazzi (OCSE-PISA) e degli adulti (Indice Globale Competenza Finanziaria) e diverse iniziative di dibattito (presso la Banca d’Italia, il Senato della Repubblica, e la Fondazione Rosselli) hanno evidenziato bassi livelli di competenze in ambito economico e finanziario dei cittadini – soprattutto giovani – e una crescente condivisione di obiettivi da parte dei molti soggetti attivi nel campo dell’educazione finanziaria.

Da qui la nascita di Orizzonti TV, un’iniziativa promossa dalla Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Lazio, Umbria, Sardegna, nell’ambito della mission statutaria che caratterizza questi istituti, la quale prevede un esplicito richiamo alla cura e allo sviluppo non solo economico, ma anche culturale, delle comunità di riferimento.

E’ quindi importante che il sistema bancario rivesta un ruolo attivo in questa direzione, mettendo a disposizione dei clienti e dell’intera comunità, uno strumento di alfabetizzazione e approfondimento.

E’ uno dei nostri contributi pratici alla crescita e all’educazione delle persone.