Riciclaggio e finanziamento del terrorismo: quali casistiche?

Condividi su: Facebook Twitter

Nell’ultima pubblicazione della serie “Quaderni dell’antiriciclaggio”, uscita lo scorso mese di dicembre, l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia (UIF) ha presentato la seconda edizione delle Casistiche di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo (la prima edizione risale all’aprile 2015). Nel lavoro vengono raccolti alcuni casi, particolarmente interessanti, riscontrati durante le attività di analisi finanziaria svolte dall’UIF e spiegati mediante l’utilizzo di un linguaggio quanto più accessibile corredato da schemi esemplificativi.

Le Casistiche di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo contemplate nella pubblicazione riguardano le dodici fattispecie di seguito elencate.

  1. Riciclaggio di denaro derivante da evasione tributaria mediante sottoscrizione di polizze assicurative.
  2. Investimenti in valute virtuali di fondi pubblici destinati alla formazione professionale.
  3. Operatività anomala nelle fasi di erogazione ed utilizzo di fondi pubblici.
  4. Riciclaggio da appropriazione indebita di fondi di pertinenza di un’associazione di categoria.
  5. Riciclaggio di proventi di frode fiscale mediante trasporto internazionale di pietre preziose.
  6. Distrazione di fondi da società in liquidazione mediante acquisto di fiches al Casinò.
  7. Riciclaggio da peculato.
  8. Anomalo flusso di rimesse di money transfer.
  9. Operazione di cartolarizzazione in conflitto di interessi e con possibili finalità corruttive.
  10. Riciclaggio di fondi tramite commercio di automezzi, a fini di finanziamento del terrorismo internazionale.
  11. Dissimulazione dello stato di tensione finanziaria di un’impresa tramite falsa rappresentazione contabile
  12. Riciclaggio tramite false fatturazioni di proventi di natura illecita.

L’elaborato dell’UIF, pur avendo essenzialmente finalità divulgative, costituisce un utile strumento di supporto per tutti gli operatori coinvolti nella prevenzione e nella lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo.