Samsung: il crollo in borsa verificatosi dopo il rischio di arresto del leader Lee Jae-yong. Ma cosa sono esattamente i titoli azionari?

Condividi su: Facebook Twitter

La vicenda Samsung in Borsa

Lo scorso mese la Samsung Eletronics ha subìto un considerevole crollo in borsa, a Seul: nelle operazioni effettuate intraday, ovvero nell’ambito di una medesima     giornata di contrattazione, i titoli erano infatti scesi a -2,14%, a seguito della vicenda che ha visto coinvolti il colosso tecnologico e la  Presidente della Repubblica         Sudcoreana Park Geun-hye. Parliamo di una richiesta di arresto (poi respinta dalla corte centrale distrettuale di Seul) nei confronti dell’erede di Samsung e di fatto     leader della nota azienda, Lee Jae-yong: l’accusa si basava sul sospetto che Lee     Jae-yong – 48enne nipote del fondatore dell’azienda – con lo scopo di ottenere aiuti preziosi nella scalata dell’azienda, avesse versato tangenti stellari ( per un totale di 43 miliardi di Won, che corrispondono a circa 34 milioni di euro) ad un’amica della    presidente della Corea del Sud Park Geun-hye.

A ciò si è unita l’incriminazione formale per corruzione di Moon Hyung-pyo, capo del National Pension Service, sospettato di aver agito sul più importante fondo     pensione pubblico allo scopo di sostenere la fusione tra Samsung C&T e Cheil        Industries, quando nel 2015 (epoca nella quale  lui era Ministro della Salute) si        verificò un riassetto societario del gruppo Samsung.

L’inchiesta ha portato alla luce una situazione di scambi di favore ad alto livello: Lee avrebbe infatti consegnato alla confidente-sciamana della Presidente, Choi Soon-sil, delle “mazzette” che sarebbero servite a far sì che la presidente Park stessa spingesse i dirigenti del Fondo Pensionistico Nazionale ad arrivare all’approvazione della fusione menzionata, evento che avrebbe reso più forte la scalata di Lee a presidente effettivo della Samsung, considerando che egli già riveste tale ruolo formalmente da quando il padre è in gravi condizioni di salute, ovvero dal 2014.

A seguito di questa vicenda i titoli in borsa della Samsung sono crollati.

Gli strumenti finanziari

I titoli sono degli strumenti finanziari. Possono definirsi obbligazionari ( vedi http://orizzonti.tv/episodi/cosa-sono-i-titoli-obbligazionari/)  o azionari. In entrambi i casi chi li acquista ha un’aspettativa di guadagno periodico che si esprime sotto forma di interesse nel primo caso e di dividendi nel secondo.

Cosa sono esattamente le azioni?

Le azioni sono infatti le unità minime nelle quali si suddivide il capitale sociale e conferiscono al titolare l’acquisizione di una serie di diritti, primi fra tutti quelli di natura economica e partecipativa. Esistono diverse tipologie di titoli azionari, che si differenziano principalmente sulla base dei diritti che incorporano, della capitalizzazione della società di riferimento e del regime che si è sottoscritto.

La vicenda della Samsung e del crollo in borsa è esemplificativa del percorso che i titoli possono realizzare sulla base di ciò che direttamente riguarda l’azienda detentrice del pacchetto azionario maggioritario.